III Festival Internazionale di Musica da Camera 2016

Roberto Pegoraro

Roberto PegoraroROBERTO PEGORARO All’indomani del suo recital alla Musik Halle di Amburgo così scriveva il Morgenpost “…è un microcosmo di musica vitale e coinvolgente e alla stesso tempo fortemente riflessiva. La sua ricerca del dettaglio affascinante e il suo virtuosismo finalizzato sempre all’eleganza e ricerca espressiva …” Dopo gli studi Accademici e il Diploma con lode e menzione d’onore al Conservatorio di Verona, la sua formazione viene arricchita dai consigli di George Cziffra e Aldo Ciccolini che scriverà di lui “…suona naturalmente, facendo musica contagiosamente, avvalendosi di un enorme arsenale di mezzi strumentali …”.

Vincitore di numerosi concorsi pianistici tra cui il “Premio Italiano Franz Liszt e il Città di Treviso,” si impone all’attenzione della critica e delle maggiori istituzioni concertistiche nazionali ed internazionali aggiudicandosi il “Premio Speciale per l’interpretazione delle ultime Sonate di L. van Beethoven” che Ivonne Lefebure gli conferisce a Parigi. Il debutto internazionale è al Teatro Monumental di Madrid ed in seguito viene invitato per importanti Festival in Europa e in Asia (tra cui le Academy for Performing Arts di Hong Kong e Bangkok).

Su invito di Michele Campanella e della Liszt International Society, partecipa alla prima mondiale dell’esecuzione integrale dell’opera pianistica di Liszt organizzata dall’Accademia di Santa Cecilia al Parco della Musica di Roma. Di particolare rilievo anche la collaborazione con orchestre e direttori di fama internazionale tra cui Umberto Cattini, Paul Hess e Peter Maag.

Numerose le registrazioni radiofoniche e televisive; ricordiamo quelle effettuate per la RAI, Radio Classica, Radio France, Radio Bremen, ORF, Hong Kong Radio Broadcast.

L’ultima incisione discografica lo vede protagonista in opere di Franz Liszt, che il musicologo Bedetti così definisce “..nella sua lettura lisztiana non vi è solo l’immancabile volontà di andare “oltre la tastiera”, ma si trova la forza esplosiva dei silenzi come momento di introspezione per ciò che si è appena ascoltato ..” Docente al Conservatorio di Musica di Verona, viene regolarmente invitato quale componente di Giuria in concorsi nazionali ed internazionali.

Dal 2011 è direttore artistico del Verona International Piano Competition.

PROGRAMMA

Wolfgang Amadeus MOZART

Fantasia in do minore K475

Fryederyk CHOPIN

Fantasia in fa minore op. 49

Alexander SKRJABIN

Sonata – Fantasia no. 2 op. 19
I. Andante
II. Presto

Johannes BRAHMS

Variazioni e Fuga op. 24
su tema di Haendel

In collaborazione con

III Festival Internazionale di Musica da Camera 2016

III Festival Internazionale di Musica da Camera 2016

2017-06-25T22:55:59+02:00
Torna in cima